Guarda un po’ chi si rivede!

Sono tornata. Almeno per ora.

Avevo detto che mi serviva un po’ di tempo per ricaricare le pile e diciamo che va un pochino meglio. Prendere le cose con più leggerezza mi sta facendo bene e mi permette di essere tutto sommato a tratti serena, il che è già un ottimo miglioramento.

Voglio rifare un piccolo riassunto delle rubriche che ho aperto, di quelle che ho ideato (ma non ancora attuato) e vorrei parlarvi di una piccola idea molto semplice.

In ordine alfabetico abbiamo:

  • De + ablativo: la rubrica delle mie opinioni con i post che cominciano col famoso Di all’inizio del titolo. Anche in questo caso gli argomenti possono essere più disparati, con un occhio critico su ciò che voglio trattare;
  • Donne che odiano le donne: riprendendo il titolo del romanzo di Stieg Larsson, Uomini che odiano le donne, in questa rubrica vorrei evidenziare le grandi incongruenze delle donne che non hanno capito che cosa voglia dire femminismo e che si proclamano femministe… anche se non hanno capito per nulla cosa questo voglia dire. Non è perché io sia chissà chi e lo abbia capito e le altre persone no, sia chiaro, ma è indubbio che circola molta disinfomazione su cosa sia il femminismo, su cosa faccia riferimento, perché esiste… è così, purtroppo, ma si può provare a cambiare le cose. Allo stesso modo sottolineerò le cattiverie dette dalle donne sulle altre donne, perché mi sono ritrovata a constatare che spesso il peggior nemico di una donna sono le altre donne. So bene che quest’ultima frase è un luogo comune, ma un luogo comune, perché tale, si basa sempre su un fondo di “verità statistica”, da intendere come casi numerici: se avviene tot volte il dato avvenimento e il tot è ripetuto nel tempo si dà modo allo stereotipo di essere sempre più alimentato. Mi piacerebbe parlarvi di come e perché nasce uno stereotipo, chissà che non lo faccia al più presto;
  • Fenice Fangirl, ovvero una rubrica più leggera in cui parlo di fangirleggiamenti veri e propri, mantenendo un tono tranquillo o delirante a seconda di quello che ho da dire, comprese le mie adorate liste top e flop. Qui lascerò che sia proprio il mio essere fan di questo o quello a parlare;
  • Fenice Scatenata, la rubrica delle unpopular opinion, ovviamente motivate;
  • Occhio SISMico: il progetto più ambizioso di tutti, nonché quello che mi sta più a cuore. Voglio parlare di una realtà a me vicina e che, da quando ne sono diventata membro, mi ha davvero cambiato la vita in meglio. Si tratta del SISM, ossia il Segretariato Italiano degli Studenti in Medicina, un’associazione per e con gli studenti. Si fa molta educazione (teorica e pratica), sensibilizzazione e campagne di informazione, estendendo dei messaggi quanto più possibile, non solo a chi studia medicina, ma proprio a tutta la popolazione perché molte sono le realtà di cui si sa poco e in cui dilaga una grande ignoranza che non ci permette di essere delle persone migliori. Se l’anno scorso sono stata redattrice dell’area SCORA (qui potete trovare il post in cui vi parlo in breve e in modo generale del SISM e delle sue aree) del giornale Zona SISMica, adesso mi sono imbarcata per essere caporedattrice, lo sono diventata, e spero possano esserci tanti scambi positivi e nuova linfa vitale per l’informazione.
  • Rubrica delle recensioni, la prima con cui ho iniziato. Possono essere riguardo qualsiasi cosa.

Quindi, in sostanza… c’è molta carne al fuoco, ma vorrei provare a tenere la cadenza di un post a settimana; la rubrica che di volta in volta tratterei sarebbe diversa, anche a seconda di quello che ho da dire. Per molti un post a settimana potrebbe essere anche poco, ma per me, anche per ricominciare potrebbe essere il giusto compromesso.

Tra le rubriche in progetto, ma che non ho ancora concretizzato, se non col preambolo, è Tutto Roth: una rubrica monografica sul mio scrittore preferito, Philip Roth. Un percorso in cui parlo di ogni suo libro, contestualizzandolo, e lasciando emergere sia oggettività sia soggettività. Vi lascio il Preludio così, se può interessarvi. Conto di rendere viva anche questa rubrica quanto prima e magari fare, che so, un post al mese sempre X giorno del mese.

L’ultima idea è quella di una rubrica, a cadenza regolare, molto leggera e frivola, una rubrica “chiacchiericcia” in cui parlare di cose molto semplici, di tutti i giorni, pour parler: ho scoperto che chiacchierare di qualsiasi cosa, mantenendo un tono colloquiale e quotidiano mi fa molto bene e vorrei provare a fare questa esperienza anche sul blog. Questo potrò farlo al meglio se mi venissero poste delle domande, anche di opinioni come di semplici curiosità, a cui poi risponderei volta per volta. Non ho ancora trovato un nome alla rubrica, quindi sono aperta a ogni suggerimento possibile. E qui vi chiedo se la cosa può farvi piacere oltre a, eventualmente, pormi le domande, sempre che vi vada.

Alla prossima! ^^

Annunci

2 pensieri su “Guarda un po’ chi si rivede!

  1. Mi piace, e approfitto del tuo invito per chiederti se ti andrebbe, nella rubrica “pour parler”, se facessi i tag che mi sottopongono di volta in volta. Alcuni sono interessanti e corrispondono esattamente alla frivolezza che vai cercando, secondo me XD

    Poi, nel caso non dovessi farcela, c’è sempre l’opzione “programma articolo”, che salva molte vite e gestisce per te la cadenza del blog ^^ posto che comunque, visto che hai WordPress, mi viene semplice leggerti e seguirti in ogni caso 😀

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...